Il Cammino di Francesco e Tommaso

nella Terra dei Conti dei Marsi




Assisi




Il cammino può iniziare sia dal Sacro Convento di Assisi sia da Castelvecchio Subequo, facendo riferimento alla "Statio Peregrinorum", struttura francescana che accoglierà i pellegrini donandogli la "Carta del Pellegrino" ed indirizzandoli verso le tappe successive. Per dare valenza al cammino il pellegrino riceverà le cosiddette "credenziali" sotto forma di timbratura, necessarie per certificare l'avvenuta effettuazione dell'intero cammino, in modo da beneficiare dell'indulgenza papale.
Una delle caratteristiche tipiche di Assisi è sicuramente il suo aspetto medievale ed il legame con la chiesa cattolica, nato ed alimentato intorno alle figure di San Francesco e Santa Chiara, che in questa città vissero e morirono. Non deve stupire dunque che le chiese siano considerate un qualcosa di più di semplici luoghi di culto, sono infatti luoghi d'arte intimi e sacri dove respirare lo spirito religioso più sublime. Qui infatti sono conservate le spoglie dei due santi, il primo custodito all'interno della Basilica di San Francesco e la seconda all'interno della Basilica di Santa Chiara.

All'interno delle mura medievali della città esplode tutta la bellezza del patrimonio artistico, storico e religioso e proprio queste sono il primo aspetto da ammirare in questo bellissimo centro umbro. Si dividono in due parti, la cerchia muraria antica, realizzata prima del 1200 e quella esterna costruita subito dopo. In alto, sopra le mura medievali spiccano la Rocca Maggiore e quella minore. L'ingresso nel centro storico della città umbra invece non può che avvenire tramite alcune porte di accesso. Delle moltissime presenti in passato ne sono rimaste solo dieci: Porta di San Francesco, Porta di San Pietro, Porta del Moiano, Porta del Sementone, Porta San Giorgio, Porta Nuova, Porta Perlici, Porta Cappuccini, Porta San Giacomo e Porta Perugina.
I pellegrinaggi dei fedeli verso i luoghi santi della cristianità si sono sviluppati sin dall'epoca medievale, quando i viandanti si mettevano in viaggio a piedi anche per diversi mesi pur di raggiungere la loro meta. Durante il loro cammino i pellegrini/viaggiatori visitavano monasteri, abbazie e grotte sacre, simboli di contemplazione ed ascetismo, attraversando montagne, boschi e borghi antichi.

Negli ultimi anni questi itinerari religiosi sono tornati molto in voga e coinvolgono viaggiatori che all'esperienza religiosa associano anche una variante mistica e spirituale capace di scuotere mente ed anima. Tra i cammini più importanti vanno menzionati sia la Via Francigena, che dall'Inghilterra portava fino a Brindisi, ultima tappa prima di raggiungere la Terra Santa; sia il Cammino di Santiago de Compostela, che attraversa la Spagna fino a raggiungere il luogo dove, secondo la leggenda, è sepolto l'apostolo San Giacomo.




LUOGHI D'INTERESSE



veduta del sacro convento d'assisi

Sacro Convento e Basilica di San Francesco


Il Sacro Convento di Assisi è uno dei luoghi di culto più importanti d'Italia. Visitato ogni anno da milioni di fedeli, pellegrini e turisti, fa parte del complesso religioso che comprende anche la Basilica superiore di San Francesco e quella inferiore, dove è conservata la tomba del Santo. L'intero complesso è stato dichiarato Patrimonio Mondiale dell'Umanità dall'UNESCO.

La Basilica di San Francesco è senza ombra di dubbio la costruzione religiosa principale di tutta la città, luogo di culto realizzato nel 1228, quando Francesco venne dichiarato Santo da papa Gregorio IX. Per molti anni sede dell'Ordine francescano, la struttura presenta due edifici, uno superiore e l'altro inferiore, entrambe in asse con il sepolcro di Francesco. Il superiore ha un'impronta gotica slanciata e piena di luce, abbellita dal ciclo degli affreschi di Giotto sulla vita di San Francesco. Tramite un portale si accede alla Basilica inferiore, nata come chiesa sepolcrale per accogliere i pellegrini che qui si recavano per venerare la tomba di San Francesco, è caratterizzata da un'atmosfera austera e da bassi soffitti. Affreschi sulle volte e sulle navate di alcuni dei più grandi artisti italiani come Cimabue e Giotto completano l'incredibile valore religioso, architettonico e artistico di questo edificio. Pregevole il ciclo pittorico del Nuovo e Antico Testamento firmati da celebri artisti. Nel 1997 un forte terremoto fece crollare una parte del soffitto della Basilica superiore distruggendo alcuni importanti affreschi. Ma grazie ai lavori di manutenzione e ristrutturazione effettuati da veri e propri professionisti l'edificio è stato rimesso in sicurezza e riportato allo splendore originale.

Attiguo al Sacro Convento di Assisi si innalza il maestoso campanile costruito nel 1239, caratterizzato da uno splendido gioco di archetti pensili e cornici. All'interno della struttura sono presenti ben sette campane, la prima delle quali chiamata affettuosamente Francesco.





basilica di santa chiara

Basilica di Santa Chiara


La Basilica di Santa Chiara venne costruita tra il 1257 ed il 1265, subito dopo la morte di Santa Chiara, intorno alla chiesa di San Giorgio che in passato aveva custodito le spoglie di San Francesco d'Assisi.


L'architettura esterna ricorda lo stile gotico che primeggia nella Basilica superiore di San Francesco d'Assisi, la facciata, costruita in pietra locale bianca e rosa, presenta un portale a tutto sesto. L'interno della Basilica di Santa Chiara è a croce latina con una navata unica e conserva numerose opere dall'alto valore artistico ed oggetti religiosi dal valore inestimabile, come la “tonaca di San Francesco” ed “un sandalo di San Francesco fatto da Santa Chiara”. Prestigiosa è la cripta che conserva le spoglie di Santa Chiara, meta di continui pellegrinaggi. Prezioso anche un crocifisso che, secondo fonti storiche, parlò a San Francesco.





cattedrale di san rufino

Cattedrale di San Rufino


La Cattedrale di San Rufino è dedicata al primo vescovo e martire di Assisi, patrono principale della diocesi umbra. Costruita verso la prima metà del XI secolo, è considerato da cittadini e dai fedeli un punto di riferimento religioso fondamentale, così come San Francesco e Santa Chiara. Conserva al suo interno le spoglie di San Rufino.

La facciata è una delle opere più significative dello stile romanico-umbro, caratterizzata da uno splendido portale decorato e tre rosoni elaborati situati nella zona mediana.






mappa



Scopri dove si trova il Sacro Convento di Assisi, luogo che conserva la Tomba di San Francesco ed il ciclo di affreschi di Giotto sulla vita del Santo Patrono d'Italia.





il territorio



Scopri il Sacro Convento di Assisi e la Basilica di San Francesco, visita la tomba di San Francesco ed ammira il ciclo di dipinti di Giotto sulla Vita di San Francesco.



dove mangiare
Dove Mangiare
dove dormire
Dove dormire
news
news
contatti
Contatti




seguici sui social



Segui i social network del Cammino di Francesco e Tommaso, condividi con gli altri utenti e scopri le novità e le info relative al percorso.



#camminodifrancescoetommaso
triangolo verde
INSTAGRAM







w3c logo html5